IULM AI LAB

Blog

Impiego dell’AI nelle grandi aziende

Gen 4, 2021

Implementare soluzioni di Intelligenza Artificiale, o per meglio dire Aumentata, in un’azienda di grandi dimensioni richiede, ancor prima di un’evoluzione tecnologica, un cambiamento della cultura aziendale che parta dal vertice e venga abbracciato da tutti i soggetti di cui essa si compone.

In un contesto di rapide e significanti evoluzioni sociali e tecnologiche, è essenziale che le aziende si preparino ad affrontare un grande cambiamento di paradigma, sopratutto se i progetti imprenditoriali mirano a una consistete applicazione di tecnologie AI per l’automatizzazione e l’ottimizzazione della totalità, o quasi, delle attività aziendali.

In questo processo, i dati e la loro qualità (in termini di raccolta, processamento e sfruttamento) diventano, più che mai, centrali e, se correttamente sfruttati e interpretati, possono fornire a manager e decisori aziendali significativi insights che andranno a definire una mappa del percorso da seguire per portare a termine con successo il cambiamento, in cui necessariamente andranno coinvolte tutte le risorse a disposizione.

Impiego dell’AI nelle grandi organizzazioni

Come potrete approfondire nel libro Fare Marketing con l’AI: Intelligenza Aumentata per comunicare brand, prodotti e idee, scritto da Guido di Fraia, CEO di IULM AI Lab, e edito da Hoepli, la Forrester Research (2019) ha individuato, a seguito dell’analisi di un campione di decisori aziendali, le motivazioni per le quali le grandi imprese decidono di avviare progetti di Intelligenza Artificiale.

I risultati della ricerca

Secondo la ricerca le motivazioni e i bisogni che hanno spinto gli intervistati, e di conseguenza le imprese che rappresentavano, a intraprendere un percorso di trasformazione, in ottica data-driven e con un approccio customer centric, sono:

  • Nel 40% dei casi, la volontà dei decisori aziendali di ridurre i costi.
  • Per il 31% degli intervistati, sviluppare sistemi predittivi capaci di interpretare e anticipare i bisogni dei clienti per poterne migliorare la customer satisfaction.
  • Il 30% dei rispondenti identifica come obiettivo l’aumento della marginalità dell’azienda.
  • Nel 20% dei casi l’obiettivo è affidare all’AI le varie attività di routine che occupano una grande quantità di tempo al personale addetto.
  • Nel 21% dei casi le finalità di tali iniziative hanno come scopo quello di aumentare la qualità dei prodotti e/o servizi offerti.

Le ragioni dell’adozione di sitemi, più o meno complessi, di AI sono quindi numerose e dipendono molto dalla struttura dell’organizzazione e dai suoi bisogni intrinsechi ed estrinsechi, primi fra tutti la riduzione dei costi e l’aumento dell’efficenza. Per raggiungere effettivamente questi obiettivi, tuttavia, è necessario che le aziende siano consapevoli di cosa comporti introdurre soluzioni di Intelligenza Artificiale nei propri processi e che siano aperte ad abbracciare il cambiamento che esse comportano ridefinendo i propri modelli di business.

Impiego dell'AI

Gli impieghi dell’AI nelle grandi imprese

L’ Intelligenza Artificiale, come abbiamo visto, ha lo scopo di generare valore e portare benefici, sia economici che di processo, alle organizzazioni che decidono di introdurla strategicamente nelle proprie attività.

Di seguito, un riepilogo che mostra i possibili contributi che l’intelligenza Aumentata è in grado di fornire, fin da ora, alle organizzazioni:

  • Robotica: come abbiamo potuto raccontare nel nostro articolo Robot AI-driven: il futuro dell’automazione industriale, i robot basati sull’Intelligenza Artificiale sono attualmente il segmento di robotica industriale con il più alto tasso di crescita. Infatti, grazie ai miglioramenti apportati nel corso degli anni, ad oggi sono in grado di svolgere operazioni a piena velocità, adattandosi ad eventuali cambiamenti ambientali e integrandosi perfettamente con l’attività dell’operatore umano.
  • Chatbot: gli assistenti virtuali esistono ormai da anni, ma i chatbot supportati da AI superano di gran lunga le capacità dei loro predecessori (che si limitavano a fornire risposte pre-codificate dagli sviluppatori) riuscendo a apprendere dalle conversazioni pregresse, “interpretare” il testo in base al contesto e utilizzare il tono di voce corretto in base alla reazione dell’interlocutore umano.
  • Sistemi di raccomandazione: attraverso sofisticati algoritmi di AI è possibile analizzare le abitudini e i comportamenti degli utenti e ricostruire le preferenze e le pratiche di utilizzo. In questo modo è possibile fornire un servizio iper-personalizzato a ciascun cliente.
  • Riconoscimento delle immagini: la computer vision è la capacità della macchine di “vedere” e riconoscere immagini. Questo consente di sviluppare, tra le altre cose, soluzioni per la gestione dei magazzini e della logistica, per il controllo della sicurezza del punto vendita o per l’analisi degli spazi fisici.
  • Interpretazione del linguaggio scritto e vocale: in questo senso l’AI è applicabile ad una moltitudini di situazioni che spaziano dall’analisi semantica di testi o contratti, all’interrogazione di database , all’analisi dei candidati durante le fasi di recruitment e molto altro ancora. 
  • Analisi dei dati (strutturati e non): i sistemi di Intelligenza Artificiale sono in grado di analizzare enormi quantità di dati in tempi brevissimi e restituire preziose informazioni e previsioni su trend passati e futuri, nonché su possibili anomalie. Questo processo permette alle organizzazioni di attuare differenti tipologie di analisi, tra cui: 1. Analisi descrittiva (che risponde alla domanda cosa è successo?) 2. Analisi diagnostica (che risponde alla domanda “perché è successo?”) 3. Analisi predittiva (che risponde alla domanda “cosa potrebbe accadere in futuro?” ) 4. Analisi prescrittiva (che rispondere alla domanda “come dovremmo rispondere a quei potenziali eventi futuri?”)

Di facile comprensione come l’analisi dei dati sia, quindi, il principale punto di forza dell’Intelligenza Artificiale, oltre che la base processuale di tutti i contributi presentati poc’anzi in elenco. Infatti, solamente attraverso una corretta raccolta ed elaborazione dei dati il sistema potrà restituire informazioni di valore.

Vuoi scoprire come applicare l’AI nella tua azienda?

Scopri “Fare Marketing con L’AI”: il libro di Guido Di Fraia, pensato per fornire un’overview delle potenzialità dell’Intelligenza Aumentata per le attività di marketing e comunicazione aziendale.

Desideri migliorare il tuo Business attraverso soluzioni di Intelligenza Artificiale? IULM AI Lab può fornire a te e alla tua azienda tutto il supporto necessario per comprendere e cogliere le opportunità di questa tecnologia.  Scopri le nostre aree di attività.

La formazione

Creiamo cultura sull'AI per aumentare la competitività delle imprese e del sistema paese 

La formazione

Creiamo cultura sull'AI per aumentare la competitività delle imprese e del sistema paese